Tritarifiuti

Tritarifiuti

 

Un'opzione intelligente poco conosciuta che in pochi hanno.

Il tritatutto è un accessorio poco conosciuto e utilizzato, ma molto pratico. Si possono gettare nel lavandino tutti gli avanzi di cibo e alimenti e lui li sminuzza. In questo modo non si avranno più i sacchetti dell'umido in casa.

Disfarsi dei rifiuti domestici alimentari non è mai stato tanto facile e sicuro. Basta utilizzare un tritatutto per risparmiare anche sull'acquisto dei sacchetti dell'umido, dove non li fornisce il comune e oltre a questo in casa ci sarebbero maggior pulizia ed igiene. Una volta questi accessori erano davvero molto rumorosi e non invogliavano all'utilizzo, ora è differente e il rumore è davvero minimo. Alcuni modelli sono dotati di interruttore per l'accensione e lo spegnimento per aumentarne la sicurezza, ma le possibilità di scelta sono davvero parecchie, a tutti quanti si montano sotto il lavandino, va quindi previsto uno spazio per l'installazione. Una curiosità: pare sia stato inventato nel 1927 dall'americano John Hammes.


TritarifiutiObiettivo del tritarifiuti

Il tritatutto viene anche chiamato dissipatore domestico. Grazie al suo funzionamento gli avanzi di cibo vengono sminuzzati e ridotti ad una pappa liquida che viene smaltita nelle tubature insieme all'acqua. Per la sicurezza è corredato di un interruttore che può essere montato sia sul piano di lavoro che sul lavello. Il dissipatore non possiede lame, che potrebbero essere pericolose. Funziona attraverso la forza centrifuga che sbatte le parti solide di cibo addosso alle pareti provviste di dentellatura che provvede a sminuzzare anche attraverso l'uso di martelletti. Quindi nessun pericolo.

La legge

I rifiuti solidi non possono essere smaltiti nelle fognature a meno che non siano organici, ovvero scarti alimentari trattati appunto con il tritatutto, chiamato molto più correttamente, dissipatore deve però esserci un sistema di depurazione idoneo del gestore del servizio idrico in merito per assicurare il corretto smaltimento. Di questo è informato il rivenditore da cui si acquistano le apparecchiature. Lui di sicuro sa quali zone sono servite e la diffusione sul territorio. Per quanto riguarda i modelli ce ne sono parecchi tra cui scegliere, ma vediamo come funzionano nello specifico.

Funzionamento

Il dissipatore viene montato sotto il lavello, allo scarico, e collegato alla corrente elettrica. Per triturare basta aprire l'acqua fredda e poi accendere il dissipatore e gettare all'interno gli avanzi di cibo gradualmente, in modo che possa sminuzzarli. Finito di gettarli dentro spegnere il tritatutto, lasciar scorrere l'acqua per qualche momento e richiudere l'acqua. Usandolo in modo corretto il vostro dissipatore durerà più a lungo garantendovi il servizio migliore e avrà bisogno di poche manutenzioni. Tenete sempre presente che sarà di sicuro corredato da un manuale con le istruzioni d'uso. Leggetelo e seguite le indicazioni riportate dal costruttore.

I tritarifiuti più venduti (fonte: Amazon.it)