Sigaretta elettronica

Sigaretta elettronica

 

La percentuale attuale dei fumatori in Italia supera gli 11 milioni di persone, un numero molto alto se si considera la totalità degli abitanti della nostra nazione.

Da alcuni anni a questa parte però, sta crescendo esponenzialmente il numero di fumatori che desidera vincere la propria dipendenza o che ha iniziato concretamente a provarci.

Ciò accade perché i rischi per la salute connessi all'uso del tabacco sono numerosi, e sono legati soprattutto alle sostanze nocive che vengono rilasciate con la combustione di sigarette, sigari e pipe.


La tossicità del fumo infatti, non è data tanto dalla nicotina assimilata dall'organismo, bensì dal monossido di carbonio e dal catrame che vengono rilasciati nel momento in cui il tabacco viene “bruciato” per inalarne il fumo.

Gli effetti collaterali dell'uso quotidiano di sigarette e prodotti a base di tabacco in genere comprendono anche la capacità ridotta di percepire odori e sapori, affanno, tosse cronica, cattivi odori e un'ingente spesa economica nel corso dell'anno.

Un rimedio efficace per smettere di fumare

Libri, cerotti, gomme da masticare e medicinali sono solo alcuni degli strumenti proposti dalle case farmaceutiche per smettere di fumare, ma il congegno più efficace ad oggi sembra essere la sigaretta elettronica.

Questo dispositivo riproduce fedelmente il rito della sigaretta e le sensazioni che derivano dall'esperienza del fumo: l'atto di tirare ed aspirare, il sapore e il rilascio di nicotina che, com'è noto, crea dipendenza in quanto produce sostanze come la dopamina che risultano piacevoli per l'organismo. L'idea di riprodurre fedelmente tutti questi passaggi, ideando uno strumento che non producesse sostanze tossiche, rende la sigaretta elettronica una soluzione efficace e sempre più diffusa tra i tabagisti di tutto il mondo.

Componenti e funzioni della sigaretta elettronica

Sigarette elettroniche

Esistono diversi modelli di sigaretta elettronica sul mercato, ma la struttura dell'apparecchio è sostanzialmente la stessa: la base del dispositivo è composta da una batteria ricaricabile (generalmente del tipo agli ioni di litio) che fornisce energia a un atomizzatore (a sua volta composto da una base e una testa), il quale riscalda l'apposito liquido contenuto in un piccolo serbatoio.

Altri modelli invece sono dotati di un cartomizzatore, ossia un dispositivo unico che comprende sia cartuccia/filtro che atomizzatore.

Con l'azione della batteria il liquido viene vaporizzato, producendo il “fumo sano” e aromatico che il fumatore aspira mettendo in bocca la sigaretta.

L'attivazione della e-cigarette può avvenire in modo automatico grazie alla presenza di un sensore interno che rileva il cambiamento di pressione quando il fumatore aspira, attivando immediatamente la batteria, oppure attraverso un sistema manuale (a seconda del modello).

Il sistema di sicurezza più diffuso è quella dei “cinque click”, che si compie premendo un piccolo pulsante posto al centro della sigaretta per 5 volte in 3 secondi, questo sistema ha importanti funzioni di sicurezza, in quanto è stato concepito per evitare che il dispositivo si accenda casualmente quando è in tasca (sprecando inutilmente la batteria), ma anche per impedire ai bambini di accenderla inconsapevolmente. Il pulsante è dotato inoltre di una piccola luce a led che segnala il livello di carica della batteria cambiando colore.

Liquidi per la sigaretta elettronica

Esiste in commercio una vastissima selezione di liquidi aromatici per sigaretta elettronica. La composizione di ogni liquido è la medesima:

  • glicole propilenico
  • glicerina vegetale
  • aromi alimentari
  • acqua
  • nicotina (non sempre)

Tali sostanze, già ampiamente usate nel settore alimentare e dunque non tossiche per l'organismo, possono sia riprodurre fedelmente il sapore dei vari tipi di tabacco, che essere aromatizzati ai gusti più disparati: si va dalla frutta alla vaniglia sino ad arrivare al cioccolato, al caffè, alla liquirizia o ancora ad alcuni cibi salati.

E' possibile acquistare sia liquidi pre-miscelati, che contengono delle concentrazioni standard di nicotina (generalmente 6mg/ml, 9 mg/ml, 11 mg/ml, 16 mg/ml oppure 18 mg/ml) o che non ne contengono affatto, oppure procurarsi tutti gli ingredienti per comporre da sé il liquido desiderato.

Avvertenze e misure di sicurezza

E' importante fare molta attenzione alla manipolazione di questi prodotti in quanto la nicotina viene assorbita molto rapidamente attraverso la pelle. Pertanto si consiglia l'uso di guanti in lattice per le operazioni d ricarica, soprattutto se si sceglie di miscelare da sé il liquido.

Nel caso in cui il liquido dovesse entrare in contatto con la cute o con gli occhi, è necessario lavare abbondantemente con acqua corrente la parte interessata e rivolgersi al proprio medico, portando con sé la confezione del liquido in modo da poterla mostrare.

Si ricorda inoltre che è vietato l'uso di sigarette elettroniche contenenti nicotina ai minori di 18 anni.

Manutenzione

Gli ultimi modelli di sigaretta elettronica lanciati sul mercato sono composti da componenti intercambiabili, per favorire un'esperienza di fumo costante e durevole nel tempo, ammortizzando notevolmente i costi dell'apparecchio.

Periodicamente tutti i componenti vanno lavati con acqua corrente calda e asciugati accuratamente (ogni 30 o 40 mm di liquido circa) e vanno periodicamente sostituiti. La batteria invece ha una durata media di 500 cariche, ma spesso può durare anche di più.

Le sigarette elettroniche più vendute (fonte: Amazon.it)