Robot da cucina

Robot da cucina

 

Un elettrodomestico per la donna.

Il boom economico e consumistico avvenuto dopo la Seconda Guerra Mondiale, attorno agli anni Cinquanta ha segnato molti cambiamenti. È in quel periodo che molti elettrodomestici hanno iniziato ad avere molto più spazio nelle case, ad essere acquistati dalle masse che erano alla ricerca di attrezzi che potessero semplificare il lavoro delle massaie, ma anche rappresentare uno status.

Il robot da cucina arriva nelle case delle donne europee negli anni Sessanta grazie appunto ad una maggiore disponibilità finanziaria, ma anche ad un rinnovato interesse verso l’universo femminile che ne avrebbe fatto largo uso.


Le donne, oltre ad essere “regine della casa” iniziavano anche a lavorare al di fuori della famiglia e avevano quindi la necessità di un aiuto tra le mura domestiche.

Le prime famiglie a beneficiare del robot da cucina furono, ovviamente, quelle più borghesi fino ad arrivare ai giorni nostri dove nella cucina di ogni famiglia si può trovare un modello di robot da cucina, semplice oppure complesso e superaccessoriato.

Primo esemplare Reba

primo esemplare della Reba di robot da cucinaIl primo robot da cucina fu ideato dall’imprenditore Rudolf Embacher della Reba, un’azienda tedesca. Lui è considerato il suo creatore. Questo primo esemplare era sostanzialmente un frullatore in grado di frullare e tritare i cibi.

Dalla Germania il robot da cucina conquistò l’Europa per poi arrivare a tutto il globo. Con il passare del tempo il mondo dell’industria ne capì le potenzialità e ci lavorò per renderlo sempre più un apparecchio multifunzione che fosse in grado di affiancare le donne in tutti i lavori necessari alla preparazione di pranzi e cene. Oggi la maggior parte viene venduta con moltissimi accessori.

L'arrivo della Pastamatic Simac

Modello pastamatic della SimacI robot da cucina oggi sono apparecchiature elettroniche che vengono utilizzate per preparare i cibi, non solo frullatori, tritacarne eccetera, ma fanno parte anche di questa categoria le macchine impastatrici che sostituiscono le donne nel lungo compito di fare la pasta facendo risparmiare tempo alle casalinghe.

La macchina impastatrice più famosa è stata la Pastamatic, in produzione da circa cinquant’anni con lama  a doppia azione brevettata dalla SIMAC, azienda produttrice. Queste impastano perfettamente simulando i movimenti delle mani. In pochi minuti si ottiene una pasta perfetta che poi esce attraverso gli stampi con forme diverse a seconda delle preferenze.

Come è composto un robot

Le parti principali sono ovviamente il motore e il contenitore oltre al coperchio. Un tasto on/off permette l’accensione che però nella maggior parte dei modelli avviene solamente se contenitore e coperchio sono correttamente posizionati, in modo da garantire la sicurezza di chi lo utilizza visto che le lame possono rappresentare un pericolo, una presa elettrica lo collega all’alimentazione di rete.

In genere i robot per le cucine domestiche sono piccoli, compatti e di dimensioni ridotte rispetto ai modelli del passato e offrono sempre più funzionalità all’utilizzatrice. Ora è maneggevole e pesa meno di due/tre chili a seconda del modello.

I robot da cucina nel dettaglio

Le particolarità di questo elettrodomestico.

In linea di massima il robot è formato da una base che contiene il motore e sulla quale si fissano i vari contenitori, a seconda del lavoro che bisogna fare. Alcuni modelli li hanno di plastica, alcuni in metallo. All’interno del contenitore vengono posti gli accessori, fissati sul perno centrale. Il coperchio del contenitore ha un’apertura per l’inserimento degli ingredienti che rendono più comodo l’utilizzo senza dover sempre spegnere il robot e togliere il coperchio per infilarli.

In ogni caso viene consigliato di non inserire gli ingredienti mentre è in funzione. Oltre a questo il robot ha una manopola per la regolazione della velocità, lame e accessori intercambiabili, il numero varia a seconda del modello acquistato. I robot sono facilmente smontabili e possono essere puliti e lavati separatamente. È però sempre importante leggere le istruzioni d’uso per sapere come utilizzare al meglio il vostro elettrodomestico.

All’interno del manuale poi vengono anche spiegate le funzionalità di ogni accessorio.

Aaccesori e funzionalità

Alcuni robot vengono forniti con più di un contenitore, una grande e uno più piccolo e gli accessori per centrifugare, spremere, tagliare, impastare, più le fruste per montare, ma quando si acquista un elettrodomestico di questo genere è importante valutare l’uso che se ne farà per non comperare qualcosa che poi nemmeno si utilizzerà.

Nel scegliere il robot da acquistare tenete conto anche della forma esterna: più semplice è più sarà facile pulirlo. Superfici lisce impediranno che negli interstizi si annidino polvere, sporco e unto. Inoltre modelli compatti occuperanno meno spazio e lo renderanno più maneggevole. Qualunque elettrodomestico si acquisti deve sempre essere pratico.

Cosa si può fare

Con un robot da cucina si trita e si omogeneizza, si tagliano le verdure scegliendo tra le varie lame, si possono montare la panna o le uova, si può spremere le arance o limoni, passare i pomodori per fare la salsa o il sugo, tritare la carne, ma anche preparare sorbetti, impastare gli ingredienti per fare la pizza o il pane, ma non solo.

Ogni accessorio consente un utilizzo differente del robot, per questo, quando lo si acquista è meglio valutare ciò per cui lo si compera. Se non lo si usa spesso è inutile pensare ad un robot con tantissimi accessori che costerebbe di più e non sarebbe altrettanto pratico di un modello più piccolo.

Consumi e caratteristiche

Si possono trovare robot con potenza tra i 750 e i 1100 watt, ma anche con consumi che arrivano a 1200. I motori a basso consumo garantiscono un minor dispendio di energie e alcune aziende, su questa parte dell’elettrodomestico forniscono una garanzia di cinque anni, altre invece si limitano ai canonici due anni. Il robot viene collegato alla corrente elettrica tramite un cavo che spesso può essere ritirato in un cavo appositamente creato nell’elettrodomestico.

Nella scelta per l’acquisto controllate la potenza, la qualità e le funzioni, oltre al sistema di sicurezza che garantisce gli utilizzatori dall’eventualità di potersi ferire.

Modelli particolari

Alcuni robot da cucina sono molto differenti dagli altri.

Ogni azienda produce i suoi robot da cucina, progettati e realizzati proprio per dare alle utilizzatrici qualcosa di particolare, o in più rispetto alle altre marche. Può essere che siano solo gli accessori, costruiti in materiali particolari, la loro grandezza o quantità, come ad esempio i dischi di metallo, le doppie lame o le fruste, oppure altre particolarità che rendono unico il robot. A volte si tratta di un motore super silenzioso, o della forma particolare, che hanno il “movimento planetario originale” o l’intera struttura in acciaio.

Ogni azienda cerca di dare il meglio rispetto alla concorrenza, il mercato però è veramente ampio. Il robot da cucina si trova praticamente in ogni cucina piccolo o grande che sia. Ci sono poi donne che preferiscono avere elettrodomestici separati con funzioni diverse. Ci sono quelli che hanno doppio bicchiere con doppio motore, ma lo stesso dimensioni contenute.

Insomma chi ne deve acquistare uno ha solo l’imbarazzo della scelta. Vediamo alcuni robot ad uso particolare.

Il Bimby

BimbyIl Bimby è un robot da cucina della Vorwerk, ditta tedesca che produce anche il famoso “Folletto”. Cos’ha in più rispetto agli altri robot da cucina? È in grado di cuocere oltre che di mescolare e amalgamare. Il primo modello, il 2.200, risale al 1978, nel 1981 arrivò il modello Bimby 3.300 che rimase lo stesso per quattordici anni.

Successivamente nel 2004 fece la sua comparsa il TM 21 sostituito poi dal TM 31. Cuoce e mescola contemporaneamente, ma avendo un costo piuttosto elevato, non è molto accessibile. Il prezzo si aggira attorno agli ottocento euro. Ultimamente sta avendo un buon successo anche se probabilmente rimane un prodotto di nicchia.

La Yogurtiera

Siamo abituati a comperare vasetti di yogurt già pronto al supermercato, magari di quelli alla frutta. Questo alimento non è mai stato molto parte della dieta mediterranea e solo ultimamente viene consumato con più frequenza. Forse anche per questo e per il desiderio di genuinità che la Yogurtiera conquista il mercato. Ce ne sono di diversi modelli e prezzi, chi la usa si trova bene e ne fa largo uso. È un piccolo elettrodomestico che non occupa troppo spazio, consente un gran risparmio, lo yogurt si fa con un litro di latte e i fermenti lattici vivi oppure con un vasetto di yogurt. Il costo è quindi contenuto.

La gelatiera

GelatieraQuesto particolare robot da cucina ha un uso più limitato, sicuramente estivo, anche se avendola in casa magari qualche volta viene voglia di fare il gelato anche in altre stagioni.

Ce ne sono di tantissimi tipi, dalle più economiche di cui deve essere inserito il cestello nel congelatore per ventiquattro ore prima di utilizzarle, a quelle che sono complete e quindi si fanno funzionare al momento e producono immediatamente il gelato. Il tempo varia da mezzora ad un’ora. Fanno anche sorbetti.

Il modello più indicato è, come sempre, quello che maggiormente risponde alle esigenze della famiglia. Se si fa il gelato una volta ogni tanto non è il caso di acquistare modelli molto costosi anche se più pratici e comodi.

Modelli aggiuntivi

Tanti altri robot da cucina per servirvi!

Sotto la categoria robot da cucina vengono posizionati anche altri piccoli elettrodomestici con funzioni differenti che vengono utilizzati per preparare il cibo o gli alimenti. In pratica la maggior parte dei piccoli elettrodomestici da cucina vengono classificati come robot, anche a se a livelli differenti.

Ci sono ad esempio la grattugia elettrica, la vaporiera, i cuoci pappa per i bebè, le centrifughe, le macchine per fare granite, per la pasta, per i pop corn e per tritare il ghiaccio.

Chi più ne ha più ne metta e chi ha spazio può sicuramente dotarsi di una quantità di piccoli elettrodomestici che possano alleggerire il lavoro giornaliero e la preparazione di pranzi e cenette. Se dovete acquistarne uno in sostituzione o che dobbiate farvelo regalare, o inserire magari in una lista nozze, passate in rassegna le vostre esigenze e poi, dopo esservi fatti un’idea chiara, scegliete per quel robot che unisce più funzioni. Avrete un solo elettrodomestico e risparmierete sia spazio che denaro. Ecco alcuni robot particolarmente interessanti:

La vaporiera

VaporieraÈ un robot da cucina che permette la cottura a vapore consentendo un’alimentazione più sana e un maggior apporto vitaminico al corpo visto che questo tipo di cottura preserva molto di più le proprietà di ogni alimento: vitamine e minerali. Alcune hanno tre ripiani per cui si possono cuocere tre pietanze contemporaneamente.

In pratica si può preparare velocemente un’ottima cena per tutta la famiglia e anche gli ospiti. Anche qui si possono trovare varie forme e modelli di aziende diverse, con design e caratteristiche particolari, poi si sceglie secondo prezzi e personali esigenze. Un robot consigliabile per tutte le persone che vogliono mangiar sano.

Cuocipappa per bebé

Cuoci pappa per bebéCerto questo non si acquista a meno che non si abbiano dei bambini piccoli. Serve per cuocere a vapore le verdure per le pappe dei bambini, con un massimo tre o quattro porzioni.

È in grado di cuocere a vapore e sminuzzare e omogeneizzare. In questo modo le pappe per i bambini sono molto più genuine e fresche. Inoltre la cottura a vapore preserva, come si diceva poc’anzi, le proprietà nutritive.

Si possono cuocere verdure, carne pesce, in pochissimo tempo. Un vantaggio di questo robot è che omogeneizzando riduce l’aria nei cibi, che nei bambini in età di svezzamento produce le fastidiose coliche.

Macchina per i pop corn

Macchina per pop-cornQueste più che una vera necessità possono essere un divertimento per grandi e piccini, come si capisce cuociono i pop corn naturalmente, quindi sono freschi e al naturale, belli caldi e fragranti. Si compera il mais in chicchi e lo si mette nella macchinetta da cui poi viene sparato!  Pochi istanti e si hanno i pop corn. Non è una macchinetta troppo grande, anzi sono piuttosto piccole, leggere e comode da usare.

Per tutti questi robot , sia per l’uso che la manutenzione fate riferimento ai manuali d’uso,  contengono le informazioni necessarie al loro utilizzo in sicurezza. Non scordate mai di non toccarli con le mani bagnate, di spegnerli prima di aprire i coperchi, staccare la spina quando estraete i cibi e per la pulizia.

I robot da cucina più venduti (fonte: Amazon.it)