Friggitrice

Friggitrice

 

La friggitrice, caratteristiche generali.

La “frittura” è un metodo di cottura tra i più utilizzati in ogni parte del mondo, vengono fritti sia pesce che carne e verdure, i cibi fritti sembrano i più buoni, saporiti e desiderati.

Fatti nella pentola però gli alimenti risultano essere più unti e spesso durante la cottura producono cattivi odori e così è nata la friggitrice.


Grazie al suo sistema di cottura friggono senza produrre cattivi odori, sono dotate di sistemi di ventilazione, e non sporcano. Il coperchio a tenuta impedisce che gli schizzi di olio finiscono dappertutto e ungano le superfici.

Una friggitrice può essere una bella comodità in cucina e consente di ottenere cibi più leggeri e decisamente meno unti che con una normale pentola. Inoltre avendo la temperatura regolabile la cottura è facilitata e può essere ottimizzata. I modelli più moderni di questi piccoli elettrodomestici sono dotati di molti accessori: timer sonori, cestini, salvavita, tanto per dirne alcuni. Ma vediamo in dettaglio le friggitrici e le loro caratteristiche.

La friggitriceIl Fritto

Questo tipo di cottura, come si diceva, viene effettuata immergendo il cibo in olio bollente, la cottura quindi avviene in breve tempo. L’olio è mantenuto a temperatura costante quindi non brucia evitando anche quel sapore di bruciato del cibo troppo cotto.

Una buona friggitrice è in grado di mantenere la temperatura dell’olio costante e garantire una cottura omogenea. In genere viene sconsigliato di consumare troppi fritti, ma friggerli nel modo corretto li rende sicuramente meno pesanti e unti. Rimarranno saporiti e la nostra salute ne gioverà, poi tirati fuori dalla friggitrice i cibi possono essere sistemati su carta per i fritti che assorbirà l’olio.

Struttura

La friggitrice esternamente è fatta di plastica resistente alle alte temperature e per scaldare la vasca, in genere realizzata in alluminio, acciaio o altro materiale, che contiene l’olio viene utilizzata una resistenza che produce calore.

La resistenza può avere una potenza tra i 1.200 watt e i 2.200 watt. Nella vasca viene infilato un cestello che contiene il cibo da friggere, ha il manico ed è di alluminio a rete.

Sopra alla vasca c’è il coperchio a chiusura ermetica che impedisce all’olio di fuoriuscire e sporcare in giro. A volte sono provvisti di una finestra attraverso la quale sui può controllare lo stato di cottura.

Altri componenti importanti

Una cosa estremamente importante è la presenza di un filtro. Se non ci fosse l’olio i residui di cibo non sarebbero separati dall’olio e i sapori verrebbero mescolati e il tappo per la fuoriuscita dell’olio, in modo che sia agibile tirarlo fuori per cambiarlo e pulire l’interno della friggitrice.

Alcuni modelli hanno anche la resistenza estraibile. Naturalmente le dimensioni del cestello, e quindi di questo elettrodomestico, dipendono dal numero di componenti della famiglia o dalla quantità di fritto che si vuole preparare ogni volta e da qui il tipo di modello e gli optional con cui è fornito.

Qualità per la friggitrice

Tra tante quale modello e marca scegliere.

Quando si acquista una friggitrice è importante capire come prima cosa se si adatta alla nostre esigenze. Questo vuol dire che capacità e potenza devono essere commisurate all’utilizzo che se ne farà. Ci sono modelli perfetti per chi vive da solo, piccoli e comodi, e altri più grandi adatti alle famiglie.

Qualità e sicurezza sono però importantissime e molte friggitrici sono perciò garantite dal marchio IMQ, considerato garanzia e che attesta la rispondenza dell’elettrodomestico alle norme di sicurezza.

Per essere fregiati del marchio IMQ gli elettrodomestici devo aver risposto ai controlli appositi e test.

Gli aspetti più importanti di una friggitrice sono la sua capacità di riscaldamento, quindi il tempo che ci impiega ad andare in temperatura, la potenza e la sicurezza.

Al momento dell’acquisto controllate anche la presenza del manuale d’uso e che sia nella vostra lingua, è richiesto dalla legge. Qui vi trovate non solo le norme per la sicurezza e l’utilizzo, ma anche consigli e indicazioni per la cottura.

Funzionamento

In una friggitrice una delle caratteristiche più vantaggiose è la possibilità di regolare la temperatura dell’olio agli alimenti da friggere, in modo che siano cotti e dorati al punto giusto. Le moderne friggitrici hanno tre temperature pre impostate: bassa - 160/170°C, media – 170/175°C e alta – 175/200°C. Spesso le aziende forniscono anche in dotazione alcuni attrezzi e un pratico ricettario.

Seguitelo almeno le prime volte, poi acquisirete un po’ di pratica a potrete calibrare le cotture a seconda delle vostre preferenze.

Cestelli per il cibo

Sono comodi ed estraibili, fatti a rete cosicchè l’olio nel momento in cui viene sollevato il cestello sgoccioli nella vasca. A questo proposito ci sono delle friggitrici con contenitore inclinato e cestello girevole che fa si che venga utilizzato meno olio e la friggitura venga più omogenea. Altre hanno l’opzione “freddo a fondo” che fa in modo che l’olio sul fondo rimanga freddo e possa essere utilizzato più volte. A seconda del modello e della potenza hanno caratteristiche e costi differenti. I modelli attuali sono compatti e comodi sia da utilizzare che da riporre e dotati di display programmabili e digitali.

Utilizzo

L’olio va posto nella vasca nella quantità indicata dal produttore e va sostituito almeno dopo tre utilizzi, ovvero tre friggiture. Per un’ottima frittura, patatine fritte a parte, i cibi vanno ricoperti di farina o di pastella che formerà quella buona e fragrante crosticina.

Una volta messo il cibo, non in quantità eccessive, nel cestello lo si infila nella vasca e si chiude ermeticamente il coperchio. La cottura si controlla attraverso il timer e la finestrella.

Come accorgimento, quando caricate il prodotto accertatevi che non sia bagnato d’acqua che con l’olio reagisce facendone schizzare gocce all’esterno con il rischio di spiacevoli scottature.

Alcuni dettagli

Estetica, forme futuristiche, accessori e loro particolarità.

Le friggitrici moderne hanno delle bellissime forme, sono molto estetiche e possono essere tenute sui ripiani della cucina poiché arredano, alcune più di altre. Rispetto a modelli del passato sono più arrotondate e queste forme un po’ bombate o comunque con forme lisce esternamente, permettono una pulizia più semplice e agevole, cosa non poco importante dato che l’olio si infila in tutte le fessure e poi dà quella spiacevole sensazione di “appiccicaticcio” e sporco.

Ce ne sono alcune che internamente sono integratati con sistemi di pulizia per svuotare e filtrare semplicemente, altre che sono lavabili in lavastoviglie. Un altro optional è il filtro antiodore. Non c’è dubbio che vi siano in commercio tantissimi modelli anche a prezzi differenti. Il costo è in relazione non solo alla marca e al modello, ma alle caratteristiche e ai vari accessori con cui la friggitrice è venduta. Eccovi una panoramica, forse non esauriente, ma abbastanza chiara di ciò che si può avere. Delle friggitrici senza olio parleremo più avanti.

Filtro antiodore e cartuccia ai carboni attivi

In genere è posto nella parte interno del coperchio e trattiene gli odori della frittura e del cibo in particolare, evita anche fuoriuscite di schizzi d’olio. Se poi volete evitare cattivi odori cuocete vicino ai fuochi e accendete la ventola e ponete su un piattino del pane secco imbevuto di limone, assorbirà i cattivi odori!
Alcune friggitrici sono dotate di cartuccia filtro ai carboni attivi che migliora il filtraggio.

Tubicino per uscita olio e vasca asportabile

Per evacuare l’olio ci sono diversi sistemi. Nei modelli più economici semplicemente si prende e si inclina la friggitrice, ma non è un buon sistema.
Sono meglio il tubicino in gomma posizionato sul fondo della vasca cui si toglie il tappino e da cui fuoriesce l’olio, oppure la vaschetta asportabile.

Timer e regolazione

È il dispositivo che segnala, anche acusticamente, che la cottura è terminata. Molto comodo e funzionale è di facile impostazione, ma non tutte le friggitrici ce l’hanno. Sul display elettronico si impostano anche i tempi di cottura e vi si leggono informazioni utili.

Sistema Magiclean

Rende possibile una pulizia più profonda. Il coperchio e il cestello possono essere facilmente rimossi e lavati in lavastoviglie. Si evitano così incrostazioni di grasso e unto difficile.

Avvolgicavo

Le più moderne friggitrici hanno la possibilità di avvolgere il cavo nella parte inferiore, in modo che l’apparecchiatura risulti più ordinata.

Il Booster

Questo è un dispositivo molto particolare indicato per i cibi surgelati, fa guadagnare tempo e favorisce la doratura e la cottura.

Movimento cestello

È un accessorio che permette di sollevare e abbassare il cestello attraverso una leva o una manopola.

Nell’acquisto della vostra friggitrice tenete conto di quegli accessori che possono esservi più utili nel vostro uso dell’apparecchio.

Con poco o senza olio e manutenzione

Friggitrici di ultima generazione, senza l’uso di olio.

Negli ultimi tempi le aziende produttrici di friggitrici hanno messo in commercio  nuovi apparecchi che funzionano con pochissimo o addirittura senza olio, così i cibi risultano essere belli dorati e croccanti, ma senza essere unti e avere gli svantaggi del fritto.

Naturalmente sono più costose, ma estremamente comode, poco sporchevoli e per la salute decisamente meglio.


Le chiamano le friggitrici del futuro. Alcune con solo un cucchiaio d’olio friggono, altre proprio con niente. Hanno il rivestimento antiaderente e sono lavabili in lavastoviglie. La manutenzione di queste è molto più pratica e agevole.

La tecnologia con cui sono realizzate è brevettata dalle singole aziende che producono queste friggitrici di ultima generazione. Il fritto piace a tutti, ma spesso viene considerato deleterio per la salute e specialmente per il fegato, con queste nuove friggitrici c’è tutto il sapore, ma non il grasso.

I fritti risultano anche più digeribili e leggeri. Ma a parte questo vediamo come prenderci cura della nostra friggitrice.

Pulizia e manutenzione

La cosa più importante è mantenere la friggitrice ben pulita sia esternamente che internamente. Utilizzate panni morbidi e non spugnette abrasive. Per la manutenzione, invece, controllate che i cavi siano sempre integri e se possibile acquistate quegli apparecchi che sono dotati di termostato di sicurezza per evitare i pericoli di incendio. Leggete con attenzione il manuale d’uso e seguitene le istruzioni. Vale sempre la regola di non toccare le apparecchiature che funzionano con la corrente elettrica con le mani bagnate e di non togliere la spina dalla presa strappandola.

I filtri vanno cambiati circa ogni trentacinque fritture. Il vetro dell’oblò può essere pulito utilizzando del succo di limone oppure una patata.

Consigli sui cibi

Ogni produttore consiglia l’utilizzo della sua apparecchiatura e fornisce quasi sempre un libro di ricette, o tempi di cottura.

Ad ogni modo evitate di inserire nell’olio cibi bagnati di acqua e quando li tirate fuori deponeteli su carta assorbente che li priverà dei residui di olio.
Prima di mettere i cibi nel cestello portate l’olio in temperatura e utilizzate olii di semi , perfetto quello di arachidi, molto leggero rispetto agli altri. Il sale, o lo zucchero, vanno aggiunti dopo la cottura.

Friggete pochi pezzi per volta e inserite pezzi di cibo più o meno delle stesse dimensioni, avrete una cottura più uniforme. Se tuffate in olio cibi surgelati privateli del ghiaccio. Con verdure e pesce, passateli prima sotto l’acqua gelata, asciugateli e poi tuffateli, si doreranno di più.

In ultimo

La garanzia dura due anni per gli apparecchi elettrodomestici ad uso privato, ovvero casalingo. A parte la garanzia del costruttore, secondo l’ultima legge il rivenditore ha l’obbligo di farvi riparare la friggitrice come qualsiasi altro elettrodomestico, perché ne è responsabile. Rivolgetevi a centri di assistenza certificati oppure a chi ve l’ha venduta. Conservate lo scontrino e ove necessario spedite la garanzia.

Le friggitrici più vendute (fonte: Amazon.it)